[TSR 95] O'ER THE LAND OF THE FREAKS

by ENOMISOSSAB

supported by
/
  • Streaming + Download

    Purchasable with gift card

     

  • Compact Disc (CD) + Digital Album

    Includes unlimited streaming of [TSR 95] O'ER THE LAND OF THE FREAKS via the free Bandcamp app, plus high-quality download in MP3, FLAC and more.
    ships out within 5 days

      €10 EUR

     

1.
PATRICK SAYS 05:54
Faded posters of Donald Trump on the cover of Time magazine cover the windows On a cool sunny day in September She sees an island, a puppy dog, Alaska, a tulip I see a Gucci money clip, an ax, a woman cut in two, a large puffy white puddle of blood ..that spreads across the sky, dripping over the city, onto Manhattan The planes kept crashing in slow motion x 2 In slow motion.. Intellect is not a cure. Justice is dead Reflection is useless, the world is senseless God is not alive Life remained a blank canvas, a cliché, a soap opera The earth just opens up and swallows people I say, somewhat sadly, checking my Rolex, checking my Rolex On a moonless night, in the starkness of the locker room.. I'm feeling good Bring a Harrison AK-47 assault rifle to the ceremony.. To the ceremony It's not day, it's not night The sky seems yellow I am rich - millions are not Airplanes fly low across the city, crossing in front of the sun And I'm down the street and out of darkness and like in a movie A moment where the world was perfect We're going to a party Donald Trump's having.. Lyrics freely inspired by Bret Easton Ellis' "American Psycho": a cut-up method
2.
After a nine elven follows an eleven nine If you're covered in blood You're doin' it right * Non gioco più, io me ne vado x 2 "Please Sir, I can't shoot angels!" * It's not about politics, It's about biology Non gioco più, io me ne vado x 2 * David Bowie, Raoul Servais
3.
YES LOGO 03:55
Panasonic Pierre Cardin William Fioravanti Oscar de la Renta Jean Paul Gauthier Paco Rabanne Patrick Aubert Vincent Nicolosi Dolce e Gabbana Gian Marco Venturi AK 47 Luciano Barbera Canali Milano una Lamborghini Giorgio Correggiari Mario Valentino Black&Decker Gucci Fratelli Rossetti Laura Ashley Krizia Andra Gabrielle Calvin Klein Cerrutti Lyrics freely inspired by Bret Easton Ellis' "American Psycho". a cut-up method
4.
Quale amore più giusto Dell'amore che l'uomo Pone alle cose inanimate? * E se i pensieri dei morti Hanno sempre più senso Di quelli dei vivi Non è che siamo un'illusione ottica? Miliardi di ologrammi Al servizio di oggetti Un rito del denaro Unica forma di energia Che ci muove marionette Soldi, carne di credito Di nascosto ballano e creano Un'elica che tende verso il cosmo E riassume ciò che siamo Dio sta in una moneta * Alberto Savinio
5.
Clint Eastwood found dead by his mex handmaid He shot himself to death while cleaning his new rifle Death to Amerika * God bless America Shane Boyle died on march 18 after his Go Fund Me campaign To pay for insulin came up short, 50 dollars short * God bless America Death to Amerika God bless America * Osama Bin Laden, Michael Whitney
6.
Be different. Be Ponzi. Think different. Think Ponzi. Despite the costant negative press * Ai ben smosso, a forze li rabbia.. La ragazza dall'occhio nero sta sotto il mio cuscino * "Vuoi diventare mio amico?" * Donald Trump, Guido Morselli
7.
Have you ever really watched the sky? Interstellar space goin' to Orion Billions of rocks floatin' in the universe How small we are Teardrops of planets disappearing into black holes Chaos and order, together, forever and ever Just turning endlessly Till the end of time The absence of sound No air, no gravity
8.
I'm in an edgy pre-coke state I ask for a gram You should take some more lithium Or have a diet Coke Uh.. Your nose is bleeding Must be the altitude Uh.. Your nose is bleeding We're up so high Do a line of cocaine I'm in a movie, I'm an actor Are you a model? You look just like a movie star Everybody's rich. Everybody's good looking Everybody has a great body now Everyone's rich. Everyone is wearing a tuxedo Everyone is drinking champagne Uh.. Your nose is bleeding Must be the altitude Uh.. Your nose is bleeding We're up so high Let's just do it Sweet'n Low Freely inspired by Bret Easton Ellis' "American Psycho": a cut-up method
9.
In parte vi amo Quindi, partiamo Sicuro vi odio In mezzo Iddio Astronauta, Invicta o cintura Io da qui evado Dal me stato, participio passato Exploro imploso Esplodo furioso Volo Uomo Razzo Nel blu cobalto Lassù, torno atomo L'inferno è ghiaccio L'inferno è ghiaccio
10.
O'er the land of the freaks And the home of the graves..

about

ENOMISOSSAB voce, concetto (immagini), parole, fonemi
NANIZ strumenti, registrazioni, produzione
REGISTRATO E MIXATO Piave 34 Cuneo 2017-2018
LUCA GIORDANA lavori
PAOLO BELTRANDO grafica

::SPERIMENTAZIONE VOCALE::
Tanto tempo fa, durante la fine degli anni Ottanta e i Novanta, Simone Basso è stato il cantante e il frontman di gruppi post-HC (JWTJ) e industrial metal (Der Tod).
Dall'anno Duemila, Enomìsossab è un progetto solista che ruota attorno alla performance vocale (voce più corpo).
Glossolalia, diplofonie, canti popolari, blues, scat, etc.
In più di quindici anni si è esibito in festival di musica contemporanea, musei d'arte, sale da concerto, club, luoghi esclusivi (la Scarzuola, chiese..).
Ha ideato sonorizzazioni e jam.
"Kykeon", che esce nel 2016 per EdisonBox, completa una trilogia con "L'ombra di mezzogiorno" (2008, ANTS), un caleidoscopio sulle tecniche estese, e "La merce perfetta" (2012, Complus Events), bordoni, poesie vocali e frequenze sonore estreme.
Laddove il nuovo disco è un'esplorazione del linguaggio vocale - sperimentale - all'interno della forma della canzone pop.

enomisossab.com
info@enomisossab.com
fabriziobarale.it
fabriziobarale@me.com

credits

released January 29, 2019

"O'er The Land Of The Freaks" nasce da nove sessioni di registrazione, nel 2017, sull'onda della collaborazione sul disco precedente ("Kykeon"). Parte dal cut-up, maniacale, di "American Psycho" per poi abbandonarlo, riprendendo (mille) altre suggestioni: tutte, Savinio, Bowie, Servais, Morselli, etc., presagi del futuro che stiamo vivendo.
Il lavoro, in tandem, è stato caratterizzato da un metodo (rigoroso) di improvvisazione. L'estetica pop, orgogliosamente radical chic, gioca col formato canzone, simulandolo per quasi tutto l'album con l'eccezione di due brani ("Death To Amerika" e "How Small We Are"), i soli rock (dunque, stereotipi). Nascoste in superficie (..), si ritrovano tecniche e modalità sperimentali, inserite in un contesto (volutamente ambiguo) al servizio della narrazione. Un film per le orecchie con un libretto, da seguire, e un impianto complessivo operistico. Che vive di sottrazione continua, di elementi appena accennati che circondano il flusso di coscienza delle parole. Trattasi di hip hop senza hip hop: bassi ovunque, che si passano il testimone da un bordone all'altro, a guidare l'assalto sonoro, un pò di elettronica e una voce che esibisce tanti colori risuonando. Una struttura minimale per provocare il massimo effetto.
Persino i titoli delle canzoni hanno una doppia lettura, "Patrick Says" omaggia Lou Reed, "Yes Logo" il "No Logo" di Naomi Klein, in uno scenario che mescola la realtà digitale (i tweet di Trump, gli slogan della Apple, i jingle delle suonerie, etc.) con i fattoidi, Clint Eastwood che si ammazza pulendo un fucile, e la realtà di un venticinquenne che muore perchè non riesce a raccogliere abbastanza denaro - con una colletta via web - per la sua insulina.
"O'er The Land Of The Freaks" è la colonna sonora di un momento creativo che rifiuta lo schiacciamento sul presente continuo e pure l'italiano (televisivo..) canzonettaro. Sostiene che la voce cantata è un pezzo importante della letteratura e che la vocalità stessa è inscindibile da una ricerca poetica. Consapevole che il destino del disco, di qualsiasi disco che esca oggi, è quello di un messaggio nella bottiglia in un oceano.
Liberi tutti, allora.

license

Some rights reserved. Please refer to individual track pages for license info.

tags

about

TOTEN SCHWAN RECORDS Italy

COLLETTIVO DI CONTROCULTURA

contact / help

Contact TOTEN SCHWAN RECORDS

Streaming and
Download help

Shipping and returns

Redeem code

Report this album or account

If you like [TSR 95] O'ER THE LAND OF THE FREAKS, you may also like: